La definizione degli obiettivi per il successo nello sport

Unisciti alla Conversazione

La definizione degli obiettivi per il successo nello sport

Sono molti i fattori che ti permettono di avere successo nel tuo sport preferito. L’allenamento naturalmente ma anche il riposo e il recupero. Parliamo del meno tangibile: l’importanza di definire un obiettivo. In tutti gli sport, troverai alcune persone che non hanno obiettivi, altre che scelgono obiettivi semplici, e altre ancora che hanno obiettivi molto specifici.

COS’È VERAMENTE UN OBIETTIVO?

La definizione di un obiettivo è una cosa incredibilmente precisa, e i progressi compiuti (o la lontananza da questi) possono essere misurati e gestiti. Di solito nello sport gli obiettivi sono legati a una data, un luogo, un evento, una serie di numeri. Saprai di aver individuato il tuo obiettivo quando ti “ronzerà“ in testa giorno e notte.

  • Invece di dire che desideri perdere peso, decidi quanti chili vuoi perdere, ed entro quale data.
  • Invece di dire che desideri fare una maratona, scegli una gara, memorizza la data, cerca di capire il percorso e le condizioni in cui si svolgerà.
  • Piuttosto che dire genericamente “voglio iniziare ad andare in palestra”, fissa un obiettivo finale determinato per iniziare un allenamento ben organizzato e complesso.

CONOSCI IL “PERCHÈ“ LO FAI

Per avere successo nella definizione di un obiettivo devi conoscere il motivo che è dietro la sfida. Qual è il tuo “perché”? Potrebbe essere qualcosa che non significa assolutamente nulla per gli altri, e va bene, ma l’importante è che significhi molto per te. Più difficile è l’obiettivo, più grande sarà la sfida, più spaventosa la strada da percorrere e più significativo dovrà essere il tuo “perché”. Il motivo per cui lo fai sarà la cosa che dovrai ricordare quando penserai di rinunciare, quando vorrai interrompere la dieta, quando ti vorrai sedere negli spogliatoi e piangere, piuttosto che andare a fare un’altra sessione di gambe. Il tuo “perché” deve essere più forte di tutte le tue paure, scuse e insicurezze.

HAI DEFINITO I TUOI OBIETTIVI?

Chiedilo a qualsiasi sportivo d’élite o campione e la risposta sarà “sì”. Per persone al vertice del loro settore, la definizione degli obiettivi è una parte cruciale per raggiungere il successo. Come puoi arrivare dove vuoi andare se non sai dove stai andando?

Se non hai ancora definito i tuoi obiettivi, ti invitiamo a iniziare. In realtà è molto divertente! Mentre molte persone rendono i loro obiettivi altamente visibili (il che è utile per la trasparenza ma può non essere il tuo stile), puoi mantenere i tuoi obiettivi privati.

Ritagliati almeno 30 minuti per lasciare andare l’immaginazione e indulgere in alcune tecniche per la definizione degli obiettivi che ti daranno un solido punto di partenza.

QUALI TECNICHE USI?

La definizione di un obiettivo può essere privata o pubblica, come preferisci. Ci sono pro e contro per entrambi gli approcci e devi scegliere quello che meglio si adatta alla tua personalità. Sei motivato ​​esternamente o internamente? Per te la pressione (anche se è applicato solo da te stesso!) è una cosa positiva o è probabile che ti faccia crollare? Preferisci essere attirato verso il tuo obiettivo da una “carota” o spinto da un “bastone”?

Tavole Visive: Pinterest è in genere una cosa utile, ma in questo caso è necessaria una tavola fisica. Utilizza un grande pezzo di cartone con il bordo di sughero o il lato del frigorifero, quindi lascia andare la tua immaginazione. Aggiungi immagini, foto, citazioni, testi di canzoni, proverbi motivazionali, vecchie foto, immagini di atleti che ammiri, forse foto da un evento dello scorso anno (se ti alleni per una corsa o spettacolo), un manifesto o i materiali promozionali. Questa è legge di attrazione al suo culmine.

Timer con conto alla rovescia: ci sono un sacco di applicazioni che si possono avere sul tuo cellulare, tablet o desktop che tic, tic, tic…indicano come la data del tuo evento si avvicina, potresti anche impostarle come screensaver. O alla vecchia maniera puoi utilizzare un calendario, con indicate le settimane e i giorni che mancano alla data dell’evento, cancellandoli con una crocetta con il passare del tempo e assicurandoti che il calendario sia ben visibile (la cucina è una buona idea!)

Diario privato: on line o tradizionale, il diario è un potente mezzo per rimanere motivato, per essere sempre “sul pezzo” e lasciare che i tuoi veri sentimenti “vengano a galla”. Ti permetterà di andare indietro mesi, anni o addirittura decenni e vedere cosa sentivi quando eri alle prese con i tuoi successi e quali erano. Diventerà una risorsa straordinaria che riassumerà i motivi del tuo successo.

Blog, riviste del forum, social media: sono la versione 2.0 del diario, ma (molto) pubblici. Se ti senti a tuo agio, potresti trarre beneficio dall’incoraggiamento e dalla visibilità che otterrai tenendo un blog, iniziando una discussione su un forum o la pubblicando aggiornamenti sui social media. Non è per persone sensibili e la pressione può diventare un fattore negativo.

Compagni di allenamento: un buon compagno di allenamento vale il suo peso in oro (o anche il doppio se è un peso leggero). Il tuo compagno di allenamento sarà in parte allenatore, in parte confidente e in parte capo cheerleader. Trova una persona di fiducia, non solo per i tuoi obiettivi, ma per il tuo programma. Ti manterrà motivato, t’incoraggerà, ti convincerà e in qualche modo saprà esattamente cosa dirti (e cosa non dirti).

Come individui i tuoi obiettivi? Ci piacerebbe sapere cosa funziona per te.

Autore:

Nicola Joyce ha scritto per (e su) lo sport, il fitness, l’alimentazione e sulla vita sana dal 2004. E ‘anche un’appassionata sportiva: il suo background è negli sport di resistenza, ma lei ora compete come bodybuilder naturale e recentemente ha vinto il titolo mondiale NBFI. Quando non è impegnata nella scrittura, la puoi trovare sui blog. Seguila su www.nicolajoyce.co.uk e su anche Facebook e Twitter (@thefitwriter).

I commenti sono chiusi.